PC Socl

Ora tocca a Microsoft: Socl, il prossimo social network.

Dopo la chiusura di Windows Live Meeting e l’uscita di Google+, eccoci alla mossa successiva dal mondo social, ce l’aspettavamo ed é arrivata: Socl, il primo social network di proprietà Microsoft sta per fare ingresso nel mercato delle nostre vite private.

Il social, come emerge dall’analisi che The Verge ha fatto in anteprima qui, mutua molte delle caratteristiche di Facebook e Google+ (strano?), unendo l’esperienza dei competitors al know how di Microsoft. 

Socl, in precedenza Tulalip, sarà composto da tre aree principali inspirate a Facebook, in cui sarà possibile navigare, ricevere aggiornamenti e individuare consigli utili. La grafica é essenziale come quella di Facebook, ma porta con sé anche elementi che ricordano Google+ (ad esempio i box di colori forti e netti e alcune scelte di stile nel testo).
(Fonte: The Verge)
La caratteristica principale di Socl é che unisce l’interazione sociale alla ricerca su Bing, incoraggiando il lettore alla curiosità e alla condivisione dei propri risultati di ricerca con altri utenti. A tal proposito, la barra di ricerca in alto (anche questa stranamente blu), servirà a cercare ciò di cui si ha bisogno (“What are you searching for?”) e non tanto a condividere uno status.
Altra trovata carina sono i video party, ossia una funzione che consente di fruire dei video su YouTube assieme ad altri utenti. A quanto pare però, poco è stato fatto per aiutare l’interazione privata tra utenti, poiché l’aspetto della ricerca sociale è quello che ha la maggiore attenzione degli sviluppatori: Socl potrebbe infatti diventare una “hub” di ricerca in tempo reale su servizi e possibilità nei dintorni dell’utente.
Sembra infine che l’utilzzo di Socl non sia legato ad un account Microsoft, ma che consenta l’apertura di un profilo indipendente. Per ora é solo un esperimento chiuso e non é chiaro quando verrà ufficialmente inaugurato, ma resteremo in campana per ulteriori aggiornamenti. 

Pubblicato

in

,

da